Ultimatum di Conte su palestre e piscine: “Adeguatele entro sette giorni o saremo costretti a chiuderle”

Alla fine è arrivata nel nuovo Dpcm anche la decisione sullo sport: palestre e piscine restano aperte ma solo per una settimana, entro una settimana dovranno però adeguarsi totalmente ai protocolli di sicurezza. Le parole di Conte

Ultimatum di Conte su palestre e piscine: “Adeguatele entro sette giorni o saremo costretti a chiuderle”. Alla fine è arrivata nel nuovo Dpcm anche la decisione sullo sport: palestre e piscine restano aperte ma solo per una settimana, entro una settimana dovranno però adeguarsi totalmente ai protocolli di sicurezza. “Per quanto riguarda le palestre, c’è stato un intenso dialogo anche col Cts: abbiamo notizie varie e contrastanti, spesso le condizioni di sicurezza sono garantite e altre volte no. Daremo una settimana per adeguare i protocolli di sicurezza e verificarne il rispetto: saremo costretti a sospendere l’attività sportiva che si svolge al chiuso se non ci saranno garanzie”, ha spiegato molto chiaramente il premier Cionte. Quindi sarà una corsa contro il tempo per tutte le strutture sportive, i controlli in settimana saranno rigidissimi per verificare l’eventuale rischio di contagi in palestre e piscine di tutta Italia. Palestre e piscine dovranno essere “blindate” a prova di Covid.


In questo articolo: