Ucraina, i russi occupano la più grande centrale nucleare d’Europa

La notizia che l’impianto di Zaporizhzhia fosse in fiamme è stata smentita: a bruciare sono due strutture esterne al perimetro.

I russi hanno occupato la centrale nucleare più grande d’Europa, la quinta al mondo. Dopo una notte di combattimenti per uno dei punti strategici più importanti dell’Ucraina, la centrale di Zaporizhzhia, nei pressi della città di Enerhodar, sulle sponde del bacino idrico di Kachovka sul fiume Dnepr, è caduta nelle mani di Mosca.

Nel corso degli scontri tra le forze russe e ucraine è scoppiato un incendio fuori dal perimetro della centrale poi messa in sicurezza. A bruciare sono stati un edificio e un laboratorio, come spiegato dai responsabili dell’impianto. Le fiamme non hanno colpito strutture essenziali. Né, come precisato dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica sono stati segnalati cambiamenti nei livelli di radiazioni.

Leggi su https://www.agi.it/estero/news/2022-03-04/ucraina-diretta-battaglia-centrale-nucleare-15862134/


In questo articolo: