Tzia Clelia, 100 anni a Barrali. Il segreto? Fuma sigarette Nazionali

Fuma un pacchetto di sigarette Nazionali senza filtro, la super nonnina del paese che oggi festeggia un secolo di vita: il “vizio” che allunga la vita

Il 2015 sarà ricordato a Barrali come l’anno dei centenari, i primi della sua storia se si considerano le fonti ufficiali delle trascrizione ecclesiastiche dei Quinque libri dal 1650 ad oggi. Lo scorso 12 luglio, l’ambito traguardo del secolo di vita era stato raggiunto da Giuseppina Casu, mentre oggi a festeggiare il centesimo compleanno è la nonnina Clelia Marroccu. Nata a Barrali il 29 agosto 1915, madre di 12 figli e con un unico singolare vizio per una centenaria, tutti i giorni fuma quasi un pacchetto di Nazionali senza filtro nella totale incredulità di medici e dottori che la eseguono ormai da decenni. Ironicamente é l’eccezione che sfata la regola, per Tzia Clelia il fumo lei ha allungato la vita. Stasera nella Chiesa parrocchiale Santa Lucia di Barrali verrà celebrata una messa in suo onore animata dal coro e dalla banda di Senorbì e dove il Sindaco gli consegnerà una targa di auguri. Domani 30 agosto invece, un intero paese scenderà in piazza per festeggiare tutti assieme il suo compleanno. Ad atrusu annusu Tzia Clelia.


In questo articolo: