Tuvixeddu, il rebus del parco: è scontro tra assessore e opposizione

L’assessore Luisa Anna Marras annuncia: i lavori del parco archeologico sono quasi terminati. Giuseppe Farris del Pdl incalza: da più di un anno la giunta annuncia un’apertura fantasma

Tuvixeddu, dopo un anno e mezzo dall’annuncio dell’apertura di una parte della necropoli il cantiere sembra stia volgendo al termine. “I lavori sono quasi terminati – annuncia l’assessore ai Lavori Pubblici, Luisa Anna Marras – Il ritardo è dovuto all’interruzione del cantiere per via del maltempo, e poi si tratta di un’area molto delicata per cui è stato necessario affrontare e condividere tutte le scelte passo per passo con la Sovrintendenza”.

Critiche dall’opposizione. “Da più di un anno – polemizza il capogruppo del Pdl in Consiglio comunale, Giuseppe Farris – il sindaco e l’assessore annunciano un imminente apertura, annunci che puntualmente si sono rivelati infondati. Ma quello che più ci preoccupa è il servizio di vigilanza e di guardiania del parco nel momento in cui verrà aperto al pubblico, ancora non è stato programmato niente nonostante le nostre mozioni presentate al riguardo in Aula””.

Intanto Tuvixeddu rimane uno degli obiettivi non ancora realizzati dall’amministrazione, e su cui c’è tanta attesa da parte dei cagliaritani. Lo dimostrano le presenze record in occasione della scorsa edizione di Monumenti Aperti, dove il sito archeologico è stato in assoluto il più visitato. Per quanto riguarda il nuovo progetto della Giunta Zedda, che prevede la riqualificazione per la creazione di un parco archeologico e ambientale, tende a “mitigare” le grandi fioriere e le altre opere impattanti costruite prima dell’intervento della Magistratura, novità che però non vengono accolte positivamente dalle associazioni ambientaliste.  In primis da Legambiente che chiede la valorizzazione e la difesa della necropoli fenicio-punica circondata dal viale Sant’Avendrace, accessibile da via Falzarego, dove allo stato attuale regna il degrado tra erbacce e rifiuti. E più volte ha chiesto all’amministrazione di accelerare le procedure di adeguamento del Puc al Ppr e di attivare una copianificazione su Tuvixeddu con la Regione.


In questo articolo: