Tuning e motori, la passione di Devoisman è diventata un lavoro

La storia di Alberto Devoisman, conosciutissimo a Cagliari

Tuning e motori, elaborazioni di auto e non solo. Quando da una passione, si crea un lavoro. Ennesimo esempio in città, Alberto DeVoisman (conosciutissimo a Cagliari), ci parla della sua attività professionale svolta oramai da anni: «Tante volte incontro gente che mi chiede se stia ancora lavorando in quello sfasciacarrozze – dice Alberto – o ancora in quel bar o in quel ristorante. Qualcuno mi chiede se sto lavorando ancora dai “caddozzoni” o se mi sia laureato.
In realtà nella mia vita ho fatto davvero tante cose e portate a termine quasi nessuna. Suonavo in un gruppo, come chitarrista e cantante, giocavo a biliardo a livelli agonistici, ho studiato fino all’università e dato non pochi esami, ma coltivavo un interesse irrefrenabile per le auto, da sempre.
Avevo una macchina, quella di mia madre, tutta modificata. Al cavalluccio marino ero sempre in prima fila. Ho cominciato a far gare, ma anche a far lo speaker in queste manifestazioni, così per caso. Ho seguito le manifestazioni più importanti della Sardegna e così. .. é nata anche la passione per fare lo speaker, presentare e animare».

 

DISCOTECA E MR.NEON. «Un giorno mi chiesero di provare a far il vocalist in discoteca. Una frana totale, ma ovviamente non sapevo minimamente come ci si dovesse comportare, ma decisero di aiutarmi e pian piano riuscii a trovare il mio posto. Parecchie persone mi conoscono per questo e amo questo lato della mia vita. Io stesso riesco a sfogarmi di tante cose che non riesco ad esprimere nella vita di tutti i giorni. Non é facile raccontare tutto, ma focalizziamoci su quello che oggi incuriosisce di più. Mr.Neon. Questo nome nacque parecchi anni fa, perché quella famosa e povera auto di mia madre venne bucata in ogni suo centimetro e tempestata di luci e, quasi per prendermi in giro, mi chiamarono Mr.Neon. Lavorai per qualche tempo in un centro tuning, poi con questo amico divenni socio e poi lasciai per trovare un lavoro presso una grossa azienda sulcitana. Ma io volevo continuare a lavorare sulle auto, mi divertiva! Mi rendeva fiero!!!
Perché é questo il dettaglio: non é importante il lavoro che fai, ma é fondamentale quanto questo ti realizzi…e personalizzarlo un mezzo per me é gratificante, dalla realizzazione alla consegna.
Parlavo del mio progetto ad amici, genitori, datori di lavoro e all’unisono mi veniva detto, per proteggermi : tienilo come hobby. Potevo, era più sicuro, ma la voglia era troppa per ascoltare queste voci fondate. Così un giorno, in pausa pranzo, chiesi permesso per una visita medica, ma andai da una commercialista e aprii partita Iva. Terrore, insicurezza, dubbi e paura di sentirmi dire “te lo avevo detto”. Ma voi non pensate che sia meglio tentare e fallire piuttosto che aver il rimorso di non averci mai provato? Lavoravo come freeworker in giro per le aziende, mi presentavo sorridente e facevo qualche lavoro dimostrativo per far vedere cosa sapevo fare. Ma non bastava. Mi incuriosiva alla follia questa tecnica americana che esisteva già da dieci anni prima».

 

INCARTARE LE AUTO. Il car wrapping, ovvero “incartare le auto”. Comprai della pellicola e rivestii la mia macchina… UN DISASTRO! Ma non mi arresi, migliorai alcune parti della mia macchina e provai su un’altra. Ancora peggio! Ma chissà come e perché continuai e la terza uscì bene.. Era fatta! Potevo spingere una prodotto che pochissimi avevano. Il resto l’hanno seguito in tanti su Facebook e sul sito internet, nel giro di un anno siamo passati da poche centinaia a oltre 5000 utenti e la crescita parrebbe virale. Crescendo, lavorativamente parlando, ho imparato ad aver riservatezza nei confronti dei miei clienti, anche perché attualmente si son avvicinati parecchi giocatori del Cagliari e altri personaggi noti. A parte aver un pizzico di orgoglio per queste cose non penso di dover fare distinzione tra la clientela, il mio punto forte rimane l’infinita energia che uso per seguirli costantemente. Il lavoro sta mutando, perché dalle utilitarie, ai mostri con 500 cv , alle moto siamo arrivati sulle imbarcazioni, sui pullman, all’arredamento come cucine, mobili, frigoriferi e ancora vetrine e pianoforte… aspettiamo di poter fare di un aereo o un elicottero. La mia azienda, seppur piccola, offre servizio di wrapping e oscuramento vetri, Hi-fi car e navigazione, antifurti e Bluetooth. La mia paura più grande é quella di perder di vista l’obbiettivo della creatività, dello sfogo mentale (mi piace chiamarlo cosí) soffermandomi troppo sull’aspetto burocratico – aziendale.
La soddisfazione più grande é vedere la mia famiglia e miei amici vicini. Che mi aiutano e mi consigliano e diventano sempre più partecipi di questa mia splendida follia! La domanda che più mi fanno é: fai tuning? No, non lo vedo più cosí, io ora faccio “colore”. Voglio render colorato tutto ció che passa per le mie mani. Voglio che la gente impari: #mrneoncoloralacitta (Servizio curato da Alessandro Congia preprod.castedduonline.localmente.it )

 

INFO: https://www.facebook.com/pages/MR-Neon/442548792449603?fref=ts


In questo articolo: