Truffa a Villacidro, usa i dati di un falso annuncio di lavoro per aprire conti correnti a nome della vittima

Nei confronti dell’autore del raggiro si configura anche un’ipotesi di reato per sostituzione di persona.

Ieri a Villacidro a conclusione di un’attività di indagine scaturita a seguito di una querela presentata da un trentenne del luogo, operaio edile, i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato per truffa aggravata un sessantenne di Sesto Fiorentino. Questi si era fatto inviare da quell’interlocutore sardo, mediante un falso annuncio di lavoro, alcuni documenti personali con i quali aveva poi tentato di aprire diversi conti correnti a nome della vittima col chiaro intento di poterli poi utilizzare. Il truffato si era poi reso conto del raggiro a seguito di una chiamata di un istituto bancario che lo aveva contattato per definire alcune questioni relative all’apertura di un conto. L’uomo si era messo in allarme e si era rivolto ai Carabinieri del posto che, tramite una serie di accertamenti posti in essere con la collaborazione dei colleghi di Sesto Fiorentino, sono pervenuti all’individuazione dell’autore dei tentativi di truffa in maniera univoca. Nei confronti dell’autore del raggiro si configura anche un’ipotesi di reato per sostituzione di persona.


In questo articolo: