Trovato con mezzo chilo di marijuana, 26enne di Vallermosa non finisce a Uta: “Punteremo alla pena minima”

Bloccato dai carabinieri con molta “erba” nell’auto, Nicola Collu riesce a evitare il carcere, almeno momentaneamente. Il suo legale Ignazio Ballai: “Era già stato condannato nel 2022, dovremo scegliere tra patteggiamento e rito abbreviato”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

È stato trovato dai carabinieri con mezzo chilo di marijuana nascosta nell’automobile ed è stato arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti. Nicola Collu, 26enne pregiudicato di Vallermosa, è riuscito ad evitare il carcere perchè ha ottenuto, nel processo che si è svolto a due giorni di distanza dal ritrovamento della droga, i termini a difesa grazie al suo legale, Ignazio Ballai. Il ventiseienne era già stato condannato per lo stesso reato nel 2022 e il pm aveva disposto l’affidamento in prova: “Stava lavorando nell’azienda del padre”, spiega l’avvocato Ballai. Oggi, davanti al giudice Giorgio Cannas, la conferma del nuovo round dell’udienza, previsto per il prossimo ventisei giugno: in quella data avverrà la discussione per la scelta del rito e, successivamente, sarà letta la sentenza. Collu rischia da un minimo di due a un massimo di sei anni di condanna per i reati legati alla droga.
“Cercheremo di ottenere la pena minima, valuteremo se puntare sul patteggiamento o sul rito abbreviato”, prosegue Ignazio Ballai. Ci sono due settimane di tempo per prendere una decisione che, necessariamente, influirà anche sulla condanna finale.


In questo articolo: