Trovata plastica persino nella Fossa delle Marianne a oltre 10 mila metri di profondità

Plastica anche nel punto più profondo dell’oceano Pacifico

Victor Lance Vescovo, americano classe 1966, è un ufficiale della marina in pensione con la passione per le esplorazioni sottomarine che qualche giorno fa è entrato ufficialmente nella storia per essersi calato dentro la Fossa delle Marianne, il punto più profondo dell’Oceano Pacifico, ed essere andato più giù di qualsiasi altro essere umano prima di lui: 10.927 metri, per l’esattezza, 11 in più dei suoi predecessori: il tenente della Marina statunitense Don Walsh nel 1960 assieme all’ingegnere svizzero Jacques Piccard, in una nave prodotta in Italia chiamata batiscafo Trieste e poi il regista James Cameron che il 26 marzo del 2012 ha raggiunto il fondo della fossa in solitaria. CONTINUA A LEGGERE SU AGI.IT