Trovata morta in un canale nell’Oristanese dopo 7 giorni, sì all’autopsia sul corpo di Concetta Reale

L’83enne era sparita nel nulla da Zerfaliu. Dopo una settimana il cadavere riaffiora dalle acque a Zeddiani. La Procura vuole vederci chiaro e sciogliere ogni minimo dubbio legato al decesso


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Sarà l’autopsia, disposta dalla procura di Oristano, a fare pienamente luce sulle cause della morte di Concetta Reale, l’83enne scomparsa da Zerfaliu una settimana fa e ritrovata senza vita in un canale nelle campagne di Zeddiani. Le ricerche dei soccorritori erano state sin da subito intense, in tanti vista l’età avanzata temevano il peggio per l’anziana. Ora, l’esame del medico legale sarà utile per stabilire i motivi della morte e comprendere, magari, come mai il corpo della Reale sia stato ritrovato a molti chilometri di distanza dal punto in cui aveva fatto perdere le sue tracce. L’ultimo testimone ad averla vista in vita è un compaesano, lo scorso 25 marzo l’ottantatreenne era seduta su una panchina a Zerfaliu, a poca distanza dalla chiesa del paese.

 

 

 

Per giorni, su indicazioni della prefettura, si sono svolte le ricerche, anche utilizzando i droni e i sommozzatori dei vigili del fuoco. I parenti hanno sperato di ritrovarla viva sino all’ultimo.


In questo articolo: