Trovata all’asta in Inghilterra: 10 mila euro per riportare in Sardegna l’antica croce rubata a Mandas

“La Fondazione di Sardegna, dopo la mia richiesta di due giorni fa, ha ufficializzato oggi il finanziamento al Comune “, comunica il sindaco Oppus. Un patrimonio mandarese, la croce trafugata, di gran valore artistico e culturale sardo legato al culto delle processioni locali


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Mandas – 10 mila euro per la riacquisizione dell’antica croce rubata dalla chiesa decenni fa e ritrovata in un’asta inglese: “La Fondazione di Sardegna, dopo la mia richiesta di due giorni fa, ha ufficializzato oggi il finanziamento al Comune di Mandas” comunica Oppus. Un patrimonio mandarese, la croce trafugata, di gran valore artistico e culturale sardo legato al culto delle processioni locali. Il sindaco Umberto Oppus si è da subito attivato per restituire l’arte sacra al paese e ora manca davvero poco. Una nota che ha richiamato l’attenzione anche di Vittorio Sgarbi, che con l’arte ha sempre avuto ben a che fare: “L’antica croce di Mandas torna a casa.

La proprietà, grazie all’interlocuzione dell’avvocato Renzo Persico, ha appena comunicato ufficialmente la restituzione della croce a Mandas.

Sotheby’s ha autorizzato la spedizione per il rientro dell’importante opera d’arte sarda del 1636. Rientro programmato per la settimana dall’8 al 13 gennaio 2024” ha spiegato il critico d’arte, storico dell’arte, saggista, politico, personaggio televisivo, opinionista e collezionista italiano.

“La Giunta Comunale oggi ha deliberato la concessione del contributo alla Parrocchia che ridiventerà legittima proprietaria della croce a 50 anni dal furto.

Adesso definiamo gli ultimi dettagli per il rientro a Mandas della croce nella metà di gennaio prossimo 2024” ha aggiunto Oppus.

Uno storico risultato raggiunto, insomma, in poco più di un mese.

 

 


In questo articolo: