“Troppi vandali tra i giovani cagliaritani”, il caso va in Consiglio

Dopo l’episodio di viale fra Ignazio commersa dai rifiuti, è allarme alcol e vandalismo tra i giovani: Dore e Secchi dell’Idv chiedono una campagna di sensibilizzazione nelle scuole

Viale Fra Ignazio sommerso dai rifiuti, dopo l’episodio di domenica scorsa il caso finisce in Consiglio comunale. Ieri i due esponenti dell’Idv, Giovanni Dore e Ferdinando Secchi hanno presentato un’interrogazione urgente che mette al centro di una serie di interventi preventivi il ruolo della Polizia municipale, che dovrebbe vigilare con continui sopralluoghi nelle ore notturne. Soprattutto ora che Cagliari si candida a capitale europea.

 “Tale situazione si verifica ormai da anni nella stessa zona – si legge nell’interrogazione – nonché in altre parti della città, come piazza Santo Sepolcro, dove i giovani si danno appuntamento per incontrarsi e festeggiare, lasciando così un profondo senso di disgusto ed impotenza a cittadini e turisti che frequentano detti luoghi la mattina seguente. Questi fenomeni “vandalici”, quantomeno nei fine settimana e nei luoghi universalmente noti, potrebbero essere adeguatamente scongiurati o sanzionati con alcuni mirati sopralluoghi in orari notturni da parte della Polizia municipale”. Nell’interrogazione, rivolta al sindaco e all’assessore alla Cutura, Dore e Secchi chiedono anche “se nell’ambito delle iniziative a Cagliari Capitale della Cultura, siano state attivate, o si intendano attivare, dei progetti con le scuole e l’università per sensibilizzare i giovani ad avere maggiormente a cuore il decoro urbano e la pulizia della città”.