Troppi evasori della tassa rifiuti a Cagliari? Usiamo per scovarli chi percepisce il reddito di cittadinanza

L’idea di Marcello Roberto Marchi: “E allora, perchè non si fa un progetto ,non si organizzano corsi professionali specifici, utilizzando appunto persone che ricevono il reddito di cittadinanza e li si manda, come prevede la legge, a stanare gli evasori della TARI?”

I dati diffusi nel corso dei lavori della Commissione consiliare Igiene del suolo sul pagamento della TARI a Cagliari fanno riflettere. E’ emerso che sono ben 20 mila gli evasori ( con un danno alle casse del Comune di oltre 20 milioni di euro), che  sono stati stanati finora solo duemila evasori , con un incasso di circa tre milioni di euro. Evidentemente è un servizio che non tiene il ritmo, non tanto oggi quanto nel passato, se i dati sono quelli diffusi dallo stesso Comune. La Commissione cerca di trovare le soluzioni, di metterci una pezza, come si usa dire,  rispetto ad anni di tolleranza. Lo sanno bene  l’Assessore competente Alessandro Guarracino, il Presidente della Commissione Raffaele Onnis, il Dirigente del Servizio Tributi Dottoressa Francesca Brundu. Se riuscissimo a stanare tutti i ventimila evasori ( molti sono utenti famosi e di lusso !!! ), incasseremo oltre venti milioni, dice il componente della Commissione Fabrizio Marcello del PD.

E pure lui lo sa bene, perchè nelle passate consiliature faceva parte della maggioranza, che ha lasciato accumulare tanto arretrato. Crediamo che sia interessante il soccorso che viene dall’Assessore alle Politiche sociali la Dottoressa Lantini che chiede di mettere a lavorare le persone che ricevono il reddito di cittadinanza, tanti giovani e anche con preparazione culturale adeguata. E allora, perchè non si fa un progetto ,non si organizzano corsi professionali specifici, utilizzando appunto persone che ricevono il reddito di cittadinanza e li si manda, come prevede la legge, a stanare gli evasori della TARI ( e con la TARI altri tributi dovuti ) ? E’ una strada percorribile, ci sono state altre esperienze in passato. Cosa ne dice il Sindaco Truzzu ?

Marcello Roberto Marchi