“Troppe strade di Cagliari chiuse per la SoloWomenRun, siamo sequestrati in città”

Clamorosa protesta di Vincenzo Manos: nel giorno della corsa rosa, il titolare del famosissimo negozio di articoli sportivi in via XX Settembre: “Complimenti agli organizzatori e al Comune, un percorso del c****. Sono stato costretto a tornare a casa rassegnato”. Anche voi avete avuto difficoltà per gli spostamenti? Raccontateci le vostre storie!

Sembra un controsenso, ma così non è. Uno dei nomi più conosciuti in tutta Cagliari quando si parla di articoli sportivi, Vincenzo Manos, si scaglia contro l’organizzazione della “SoloWomenRun”, la corsa rosa. Manos lancia durissime accuse agli organizzatori ma ne ha anche per il Comune. In una domenica con molte vie sbarrate alle auto per lasciare spazio alle 7300 donne iscritte all’evento sportivo, ecco la denuncia del commerciante che, da 42 anni, ha la sua attività in via XX Settembre.
“Finalmente domenica, ma sono sequestrato in città. Complimenti agli organizzatori e soprattutto agli addetti alla viabilità del comune di Cagliari. Esco di casa, in via Sonnino, e scopro che via Roma e viale Diaz è off limits (non di può neanche attraversare per andare in viale Colombo e quindi asse mediano o via Roma lato porto); tento per viale Regina Margherita ma prima del Bastione vengo dirottato in via Lanusei, scendo in via Logudoro ma non arrivi in via Dante, anch’essa off limits. Viale cimitero chiusa. Non si esce dall’anello via Roma via Dante via Bacaredda via Regina Elena. Conclusione: torno a casa e mi rassegno”.