Trasparenza, Lancioni (Psd’az): polemiche strumentali non sminuiscono l’efficenza del lavoro della Giunta

“Dal 4 novembre il cittadino può, infatti, scegliere di utilizzare una modalità aggiuntiva per conoscere gli atti amministrativi della Regione Autonoma della Sardegna. Un servizio di citizen satisfaction ulteriore rispetto agli obblighi di pubblicazione disciplinati dalla cosiddetta amministrazione trasparente”

Le polemiche di questi giorni lascia i il tempo che trovano, è evidente che la Giunta regionale risponde con atti che assicurano finalmente maggiore efficenza”. Con queste parole il consigliere regionale del Psd’Az  Gianfranco Lancioni gela la protesta avanzata dall’ex sindaco di Cagliari Massimo Zedda: “Dal 4 novembre il cittadino può, infatti, scegliere di utilizzare una modalità aggiuntiva per conoscere gli atti amministrativi della Regione Autonoma della Sardegna. Un servizio di citizen satisfaction ulteriore rispetto agli obblighi di pubblicazione disciplinati dalla cosiddetta amministrazione trasparente. In accordo al dettato dell’agenda europea, il cittadino/utente dispone di un agile servizio di notifica informatizzato, dematerializzato ed automatizzato per conoscere il contenuto di una delibera di suo interesse, leggibile direttamente nel suo smartphone senza dover accedere alla home page della Regione. Si tratta di una comunicazione di prossimità atta ad incentivare la partecipazione della collettività, sopratutto verso coloro che non dispongono o non possono accedere ai servizi di connettività da casa. Per ulteriore chiarezza Giova precisare che Il sistema di intelligenza informatica utilizzato ha consentito alla Direzione Generale della Presidenza di ridurre del 242% i tempi medi certificati di pubblicazione, rispetto alla giunta precedente, fin dalla prima seduta”.


In questo articolo: