Tragedia aerea in Etiopia, la Sardegna “vicina al mondo dei grandi volontari internazionali”

“Siamo vicini in questo momento drammatico al mondo della cooperazione che ha perso nella tragedia aerea avvenuta ad Addis Abeba otto persone straordinarie”

“In questi anni la Regione Sardegna ha coordinato la materia delle Politiche di cooperazione allo sviluppo nell’ambito della Conferenza delle Regioni e in questo ruolo ha seguito da vicino tutti i temi legati allo straordinario impegno di tanti nostri cooperanti che, con grande dedizione e competenza, si dedicano a una causa nobile nell’esclusivo interesse di popoli in difficoltà. Siamo vicini in questo momento drammatico al mondo della cooperazione che ha perso nella tragedia aerea avvenuta ad Addis Abeba otto persone straordinarie”.

Così l’assessore uscente degli Affari Generali Filippo Spanu.

“Ho avuto l’onore e la fortuna di conoscere, nell’ambito del lavoro svolto nella Conferenza delle Regioni, il mondo delle organizzazioni non governative e ho incontrato più volte Paolo Dieci, presidente del Cisp, il Comitato internazionale per lo sviluppo dei popoli e rete LinK 2007, un’associazione che raggruppa 14 importanti Ong italiane, deceduto nella tragedia aerea avvenuta in Etiopia. Il suo carisma era pari alla concretezza delle sue posizioni come singolo operatore e profondo conoscitore del contesto internazionale. Fortunatamente Paolo, e tutti coloro che purtroppo sono mancati in questo tragico incidente, non sono soli e non sono i soli. Ci hanno indicato la strada di uno sviluppo per tutti, equilibrato e duraturo, che deve essere – conclude Spanu – la strada maestra da percorrere per tenere vivo il loro ricordo”.


In questo articolo: