Torre delle Stelle, due bellissime tartarughe salvate dalla Guardia Costiera: “Avevano ingoiato plastica o ami”

Lo spettacolare salvataggio di due tartarughe Caretta Caretta nelle acqua fra Torre delle Stelle e Solanas da parte della Guardia Costiera. Sono in corso i necessari accertamenti volti ad accertare le cause del malessere delle tartarughe, anche se si può ipotizzare che le stesse abbiano ingoiato delle sostanze plastiche o degli ami: ancora una volta potrebbe essere colpa dell’uomo. GUARDATE LE FOTO

Torre delle Stelle, due bellissime tartarughe salvate dalla Guardia Costiera: “Avevano ingoiato plastica o ami”. Sono in corso i necessari accertamenti volti ad accertare le cause del malessere delle tartarughe, anche se si può ipotizzare che le stesse abbiano ingoiato delle sostanze plastiche o degli ami. Nel corso di un’attività di vigilanza ambientale marittima, la Guardia Costiera di Cagliari ha recuperato 2 esemplari di tartarughe “caretta caretta”, specie protetta in via di estinzione. Ambedue le tartarughe galleggiavano con evidente difficoltà e nell’impossibilità di reimmergersi nel tratto di mare compreso tra Torre delle Stelle e Solanas e sono state avvistate, la prima direttamente dal personale imbarcato sui battelli pneumatici della Guardia Costiera, A13 e A67, mentre la seconda da un diportista che provvedeva immediatamente a informare la sala operativa della Capitaneria di porto di Cagliari.

Si è proceduto pertanto a imbarcare, con le necessarie cautele, gli animali in difficoltà sui mezzi della Guardia Costiera, per trasportarli nel porto di Villasimius dove venivano consegnati dal personale dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara, nelle persone del Dottor Fabrizio Atzori (Coordinatore AMP) e della Dottoressa Nicoletta Cadoni (Biologa Marina), per il successivo affidamento al personale specializzato del Centro Recupero del Sinis (Dottor Andrea Camedda e Dottor Andrea de Lucia), per le conseguenti cure del caso. Sono in corso i necessari accertamenti volti ad accertare le cause del malessere delle tartarughe, anche se si può ipotizzare che le stesse abbiano ingoiato delle sostanze plastiche o degli ami


In questo articolo: