Tornano i ladri di ruote a Sestu e Assemini: “Mille euro a chi sa qualcosa”

Nel mirino due Mercedes Classe B. Uno dei proprietari ha offerto una ricompensa per dovesse fornire informazioni sulla banda che da tempo agisce indisturbata nel cagliaritano

di Vanessa Usai

Non è stato un bel risveglio quello di Dario e Omar, due amici che questa mattina si sono ritrovati entrambi, casualmente, con due ruote in meno nelle loro auto. Stessa Mercedes Classe B, ma in due luoghi diversi: uno dei furti è avvenuto la notte scorsa in via Tiziano, all’incrocio con via Vittorio Veneto, a Sestu, mentre l’altro si è verificato in via Carmine, la via principale di Assemini, nella notte tra giovedì e venerdì.

Dario Pia, con un post sulla pagina Facebook ‘Tutti gli abitanti di Sestu’, ha messo in palio addirittura una ‘taglia’ di 1.000 euro per chi sapesse o avesse visto qualcosa. “Anche se la macchina è coperta da una polizza assicurativa, voglio conoscere quel figlio di sua mamma…”, scrive il ventottene sestese. A lui i ladri hanno rubato entrambe le ruote lato guidatore, mentre al suo amico Omar Sidi, coetaneo parrucchiere di Assemini, sono stati prelevati i pneumatici lato passeggero. Una coincidenza, quella dell’amicizia tra i due, ma tutto il resto fa pensare che i due fatti siano da ricollegarsi alla banda che da tempo ruba ruote nell’hinterland cagliaritano. Il sospetto degli inquirenti è che i malviventi agiscano su commissione.

Dall’inizio del 2017, solo a Sestu, sono state presentate circa 30 denunce. Qualche mese fa, anche la sindaca del paese, Paola Secci, aveva subito il furto di tutte e quattro le ruote della propria auto.