Tocco (FI): no secco all’allargamento del porto di Calaverde

“Si respinga il progetto del porto di Cala Verde a Santa Margherita”

Un no secco e chiaro al porto di Calaverde. Il verdetto arriva dal consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) che ha presentato un’interrogazione sulla questione dell’allargamento dello scalo, che da 88 posti barca potrebbe allargarsi sino ad oltre 200 stalli. Un’ipotesi da respingere senza indugi secondo l’esponente forzista.

<<Perché – sottolinea Tocco nel documento – la realizzazione del progetto rischia di compromettere l’area di Santa Margherita e dintorni. Andrebbe a pregiudicare il già precario equilibrio morfodinamico che sarebbe gravemente alterato da un’opera marittima altamente invasiva quale quella proposta, determinando potenzialmente la scomparsa delle spiagge limitrofe antistanti i villaggi Calaverde, Is Morus, Stella Marina e gli Hotel Forte Village, Is Morus, Abamar>>.

Non solo. La costruzione del braccio a mare è contestata dall’amministrazione comunale di Pula, con la raccolta di firme dei cittadini contro il progetto. <<Non è la prima volta che si rimarca la contrarietà alla realizzazione dell’opera – conclude Tocco – Per questo sollecitiamo che la Regione chiuda definitivamente la partita mediante la revoca dei procedimenti che andrebbero a contrastare le previsioni del piano paesaggistico ed a produrre rischi di tipo idrogeologico al paesaggio attorno a Santa Margherita, già colpito da recenti eventi di carattere alluvionale>>.