Tirrenia, il barista napoletano e il caffè Dek:”Statti calmo, guagliò”

La disavventura di un passeggero cagliaritano sulla Tirrenia: chiede tre volte un caffè Dek, il barista prima lo ignora con modi sgarbati, poi glielo nega e lo rimanda alla cassa. La gentilezza in nave è sempre un optional

Che i cagliaritani non amino troppo la Tirrenia è un dato di fatto, ma dopoil maxi ritardo di ieri quando la nave ha impiegato 19 ore per arrivare da Civitavecchia, esplode qualchepolemica in più. Leggete il racconto di Valerio inviato oggi a Whatsapp Casteddu al 3420428755: “Vi racconto la mia avventura col barista napoletano della nave. Dopo cena, stessa rotta. Barista poggiato al frigo dei gelati al bancone. Gli chiedo: scusi, mi può fare un caffè dek? silenzio. Riprovo: scusi, è cosi’ cortese da farmi un caffè dek? Silenzio bis. “Scusi, mi farebbe un caffè devo andare in cabina!!”. Alla fine mi risponde: Uè bello statti calmo eh”. Guarda lo scontrino e dice: mancano dieci centesimi, hanno battuto normale, rivada alla cassa. Allora lo faccio. Vado alla cassa: rinizia tutto da capo tre richieste prima di avere un caffè di merda!!!!!!!!!!!!!!!”. 


In questo articolo: