Teulada, trovata una barca incastrata tra gli scogli: a bordo 18 migranti algerini

Tra loro anche un minore e un disabile. L’imbarcazione è stata sequestrata. Tutti i nordafricani sono stati denunciati per il reato di immigrazione clandestina


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Nelle prime ore di questa mattina, l’equipaggio di una motovedetta della Guardia di Finanza, in navigazione per servizi di vigilanza delle coste sarde, ha individuato una barca di circa sette metri incastrata tra gli scogli nei pressi di Capo Teulada, con 18 migranti algerini tra cui un minore. I militari, dopo aver tranquillizzato le persone a bordo, hanno provveduto a disincagliare il natante, per poi scortarlo fino al vicino porto turistico di Teulada. Il personale della Guardia di Finanza, nel prestare assistenza, ha osservato la presenza a bordo di due migranti in difficoltà, di cui uno disabile, ed ha provveduto ad allertare il soccorso sanitario. Ad attendere i militari in porto c’era un team interforze dell’Agenzia Frontex e due mezzi di soccorso del 118 che hanno immediatamente trasportato i due algerini in difficoltà presso il più vicino ospedale per accertamenti medico-sanitari e gli altri connazionali presso il centro di prima accoglienza di Monastir, scortati da una pattuglia della polizia.

 

 

 

 

 

L’operazione condotta dai militari del reparto operativo aeronavale di Cagliari, è terminata conclusa con il deferimento dei 18 algerini all’autorità giudiziaria per il reato di immigrazione clandestina e il sequestro di un natante con motore fuoribordo di 75 cavalli.


In questo articolo: