Teulada, mamma Luciana vince la sua battaglia: consegnato il letto per Mattia

Mattia, disabile di Telauda affetto da tetraparesi spastica, costretto a letto da 28 anni, ha il suo letto ospedaliero, quello necessario alla sua difficile condizione. “Possiamo gioire solo grazie alla Fioto Sardegna che ha mantenuto la promessa e non ci ha abbandonato. La regione invece pensa solo a tagliare i fondi alla sanità, colpendo i più deboli quelli che dalla vita non hanno avuto nulla”

La battaglia di mamma coraggio Luciana Gallus è vinta. Questa mattina è stato consegnato il letto ortopedico con materasso antidecubito del quale necessita suo figlio Mattia, affetto da tetraparesi spastica, costretto a letto da 28 anni. A donarlo è stato l’associazione Fioto Sardegna.

Luciana alcune settimane fa avevo condotto una battaglia a denti stretti tramite anche i media (Qui la storia). Dopo mesi di attesa aveva infatti ricevuto l’autorizzazione all’acquisto del presidio necessario alla condizione di Mattia con un contributo però insufficiente da parte dell’Assl di Teulada: in totale millecentocinquantanove euro. Meno della metà della cifra che le sarebbe servita. Si era rivolta in una lettera anche a Papa Francesco che l’aveva chiamata nella giornata del malato infondendole coraggio e parole di pace e speranza.

“Oggi con grande gioia possiamo sentirci felici- dice Luciana – ma possiamo gioire solo grazie alla Fioto e Ortosan che hanno mantenuta la loro promessa, non ci hanno abbandonati mettendo a disposizione ogni risorsa”. Si sente invece abbandonata dalla regione per i tagli alla sanità che colpiscono i più deboli come Mattia.
“La mia lotta continuerà per dar voce e forza a chi non riesce a farsi sentire. Ormai è pronta la costituzione di un’ associazione onlus “Noi dimenticati “.  Abbiamo numerose richiese di adesione, l’obiettivo è ridurre il disagio delle famiglie che vivono e lottano contro una burocrazia complessa. Lotteremo per chi non ha avuto nulla dalla vita, come il mio Mattia”.