Testata all’arbitro durante la partita a Pirri, daspo e denuncia per un calciatore cagliaritano

Nei giorni scorsi, la Federazione Italiana Giuoco Calcio – Lega Nazionale Dilettanti ha reso ufficiale la squalifica per il giovane calciatore che dovrà restare lontano dai campi sino al 10 febbraio 2027.

Il 6 febbraio 2022, presso il campo sportivo comunale di Cagliari – Pirri, nel corso dell’incontro di calcio tra le compagini  JUPITER – PGS CLUB SAN PAOLO valevole per il Campionato regionale di 2^ categoria 2021/2022 girone “A”, poco prima della fine del primo tempo, l’arbitro, un giovane 22enne è stato aggredito da un calciatore della squadra ospite che gli contestava il provvedimento di espulsione dal campo. Il calciatore si è scagliato contro il direttore di gara, colpendolo al volto con una testata; alla vittima è stato diagnosticato un trauma craniofacciale con una prognosi di 25 giorni.

Le indagini della Sezione Investigativa e della Squadra Tifoserie della D.I.G.O.S hanno portato al deferimento all’Autorità Giudiziaria del calciatore, un 32enne di Cagliari, responsabile dei reati di “Violenza o minaccia nei confronti degli addetti ai controlli dei luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive” (art. 6 Quarter comma 1 Ter della legge nr 401 del 13.12.1989 e di lesioni personali.

Contestualmente la Divisione Anticrimine ha avviato un’attività info-investigativa finalizzata all’accertamento della pericolosità sociale e all’eventuale adozione della misura di prevenzione del DaSpo a carico del soggetto autore della condotta violenta.

All’esito dell’istruttoria e alla conclusione del procedimento amministrativo instaurato è emersa in tutta evidenza la gravità e la pericolosità della condotta tenuta dal giovane, che risulta essere stato parte attiva di un episodio di violenza in occasione di una manifestazione sportiva.

Oltre alla gravità della condotta, è stata accertata la spiccata pericolosità sociale del soggetto, già destinatario di tre precedenti provvedimenti DaSpo, destinatario di due Avvisi Orali, pluripregiudicato per analoghi reati  e per spaccio continuato di stupefacenti.

La Polizia Anticrimine ha infatti accertato che il predetto ha già riportato tre precedenti provvedimenti DaSpo,  emessi nel 2017 dai Questori di Brescia e di Torino e recentemente scaduti di validità, nonché un DaSpo giudiziario emesso dal Tribunale di Torino scaduto nel 2020.

Pertanto il Questore di Cagliari, ritenendolo persona pericolosa per la sicurezza pubblica, gli ha applicato il divieto, per la durata di anni 8, di accedere all’interno degli stadi e di tutti gli impianti sportivi del territorio nazionale, ove si disputano manifestazioni sportive del gioco del Calcio,  nonché all’estero, ove si svolgono partite della nazionale italiana o di squadre italiane.

Inoltre, data la spiccata pericolosità sociale e la sua appartenenza alla frangia più violenta del gruppo ultras degli ‘sconvolts’ , per la stessa durata il Questore gli ha applicato il divieto, in occasione delle gare interne del Cagliari Calcio, nelle 24 ore precedenti e nelle 24 ore successive allo svolgimento delle suddette manifestazioni sportive, di accedere ad una serie di strade e luoghi interessati alla sosta, al transito o al trasporto di coloro che assistono o partecipano alle manifestazioni sportive.

Nei giorni scorsi, la Federazione Italiana Giuoco Calcio – Lega Nazionale Dilettanti ha reso ufficiale la squalifica per il giovane calciatore che dovrà restare lontano dai campi sino al 10 febbraio 2027.


In questo articolo: