Test rapido per epatite e hiv: due giornate di prevenzione a Cagliari

Primo appuntamento venerdì 22 alla Cittadella Universitaria dalle 16:00 alle 19:00.

Lila Cagliari aderisce per il quarto anno consecutivo all’European Testing Week, la più grande campagna internazionale di promozione del test rapido per Epatite e Hiv, dal 22 al 29 novembre.

Test, Treat, Prevent è lo slogan dell’iniziativa: testa, cura, previeni. Promossa da Eurotest, la Testing week, giunta alla sua settima edizione, è una delle più grandi mobilitazioni mondiali per la salute pubblica Lila Cagliari torna a proporre il test in collaborazione con l’Università di Cagliari, che si distingue per sensibilità e attenzione alla salute dei propri studenti e mette a disposizione i propri spazi per accoglierli e sensibilizzarli, un raro esempio di Istituzione aperta di cui essere davvero orgogliosi in Sardegna.

Il test rapido per Hiv e Hcv torna quindi domani 22 novembre alla Cittadella universitaria di Monserrato e venerdì 29 novembre a Sa Duchessa, facoltà di studi umanistici dalle 16 alle 19 In queste occasioni sarà possibile sottoporsi a un test salivare per la ricerca degli anticorpi all’Hiv e/o all’Hcv senza passare da un ospedale e senza prelievi di sangue.

“Il ricorso al test nella popolazione è molto scarso e per questo – afferma Brunella Mocci presidente di Lila Cagliari – vanno rimosse tutte le barriere, normative e strutturali, che ne ostacolano l’accesso, soprattutto alle popolazioni più vulnerabili

La fruizione del test va agevolata e incentivata in tutte le sue modalità, anche in contesti non sanitari, prevedendo la collaborazione di community e associazioni, più in grado di raggiungere persone e popolazioni vulnerabili, spesso meno propense a recarsi in luoghi istituzionali”

L’équipe di volontari Lila composta da medici, psicologi e operatori sociali sarà disponibile per tutte le persone che vorranno accedere al servizio con colloqui di supporto e orientamento su tutti i temi concernenti l’Hiv: prevenzione, salute, diritti, nonché un eventuale accesso “facilitato” ai centri clinici qualora necessario.

Alla somministrazione del test partecipano anche alcuni medici del’Azienda Ospedaliera Universitaria di Cagliari, del centro HIV del Policlinico universitario

Un’opportunità unica in Sardegna per incoraggiare al test quanti, inconsapevoli del proprio stato sierologico, non si siano mai rivolti, e non si rivolgerebbero, alle strutture tradizionali per vari motivi: orari di apertura, costo dei servizi, richiesta di documenti d’identità.


In questo articolo: