Test di Medicina, raffica di ricorsi a Cagliari per il bonus maturità

Casa dei Diritti accogliegli studenti che protestano per la beffa dei test

Ha iniziato G., stanno proseguendo a decine. Sono i ragazzi che hanno sostenuto, lo scorso 9 settembre, il test di ammissione alla facoltà di Medicina e Odontoiatria. “Hanno chiesto tutela a noi dell’associazione Casa dei Diritti- spiega il presidente Carlo Asili- entrati in aula convinti che il “bonus maturità” attribuisse loro un giusto vantaggio, all’uscita hanno invece scoperto che il Decreto Legge n. 104/2013 lo aveva abrogato. Un cambio delle regole in corsa illegittimo e, soprattutto, inaccettabile. I nostri legali, interpellati, hanno dato parere favorevole: i ricorsi si possono, anzi si debbono, fare. Perciò Casa dei Diritti ha dato mandato agli avvocati Renato Chiesa e Umberto Cossu per promuovere presso il Tar del Lazio una class action per gli studenti meritevoli: i ricorsi verranno depositati in settimana.
Ci aspettiamo una completa revisione della graduatoria finale che valorizzi la qualità dei risultati scolastici, in linea con i principi di meritocrazia stabiliti dal Decreto legislativo n. 21/2008.
Per informazioni e per aderire, i nostri riferimenti sono i seguenti: email [email protected], telefono 339/6654809″.


In questo articolo: