Terrore a Oristano, ex carabiniere tiene in ostaggio i vicini: dopo 7 ore il blitz

L’uomo, un 59enne, ha preso in ostaggio un 80enne e la figlia in via Lepanto. Dopo ore di trattative, l’irruzione dei reparti speciali della polizia e il grandissimo sospiro di sollievo: tutti i dettagli

È durato sette ore, dalle 15 alle 23, l’incubo di un ottantenne e di una 43enne, tenuti in ostaggio nel loro appartamento di via Lepanto a Oristano da un ex carabiniere di 59 anni, Walter Mancini.

L’uomo ha minacciato di voler fare una strage. Sul posto sono arrivati il procuratore Ezio Domenico Basso, dirigente della questura di Oristano, il questore Giusi Stellino, il colonnello dei carabinieri David Egidi, il comandante della Compagnia oristanese Francesco Giola, i Vigili del fuoco e il 118.

Dopo circa sette ore di inutili trattative, il blitz. Mancini è stato immobilizzato dentro l’appartamento e i due malcapitati, finalmente, liberai. L’uomo, che negli ultimi tempi aveva avuto gravi problemi comportamentali, come informa anche l’agenzia Agi, si trova in stato di fermo.


In questo articolo: