Terra di Maria, tutto esaurito a Cagliari: ha vinto il passaparola

Sold out allo Spazio Odissea per Terra di Maria, il film-documentario del regista spagnolo Juan Manuel Cotelo che viaggia in tutta Italia con il passaparola per bypassare la grande distribuzione. 

di Alessandro Zorco

Tutto esaurito a Cagliari per Terra di Maria, il film-documentario del regista spagnolo Juan Manuel Cotelo prodotto dalla casa Infinitomasuno che sta viaggiando con il passaparola nelle piccole sale cinematografiche italiane per riuscire a bypassare la grande distribuzione. La pellicola – che racconta di una strana inchiesta sulla fede cristiana – ha registrato il sold out lunedì scorso durante la prima visione allo Spazio Odissea di Cagliari, spingendo la casa Infinitomasuno Italia a prevedere una nuova proiezione per lunedì 23 febbraio (orari 19.15 e 21.30). Domenica pomeriggio alle 15, sempre allo Spazio Odissea, è poi prevista un’altra proiezione organizzata dall’associazione Alleanza di Misericordia.

Il film Mary’s Land – Terra di Maria, ovviamente fuori dai circuiti di una grande distribuzione cinematografica molto più attenta alle sorti del cinepanettone, è stato richiesto da moli cagliaritani che lunedì scorso, nelle prime due proiezioni in programma, hanno gremito il cinema d’essai di viale Trieste.

Interessante il metodo utilizzato dalla casa cinematografica indipendente spagnola per affrontare lo strapotere della grande distribuzione, ovviamente poco interessata a proporre film di questo genere: il sistema del passaparola e della richiesta diretta da parte degli spettatori era stato utilizzato con successo anche per distribuire il film precedente di Cotelo: L’Ultima Cima.

Mary’s Land – Terra di Maria – a tratti divertente e a tratti intenso e commovente – è un film che affronta il tema della fede da un punto di vista inedito. Nelle vesti dell’avvocato del Diavolo, il protagonista, impersonato dallo stesso regista Cotelo, riceve dal suo capo l’incarico di indagare sulle tante persone che nel mondo hanno deciso di scommettere su Dio. Deve capire se si tratta di pazzi, truffatori o truffati, capire se quella storia, raccontata in un libro grosso e per giunta senza neppure una figura, è vera o è soltanto una menzogna.

La sua missione porta il protagonista in giro per il mondo: interroga chi ha incontrato la fede, intervista chi asserisce di essere in contatto con Gesù Cristo o con Maria. Carpisce la sua fiducia e cerca di scoprirne i secreti.

Come tanti, affronta però questo viaggio con un approccio esclusivamente razionale. Solo nell’ultima tappa capirà che per venire a capo della sua inchiesta e risolvere i suoi dubbi dovrà abbandonare la sua razionalità e mettere in gioco il cuore.   


In questo articolo: