Cagliari, la telecamera non ferma i “caddozzi”: rifiuti abbandonati anche nel Corso

“Addirittura un materasso messo lì da mani misteriose. Che misteriose non dovrebbero essere, se la telecamera posizionata dal Comune nello spigolo della parete dell’edificio di fronte a poco più di quindici metri di distanza, funzionasse”

All’angolo tra Via Sassari e il Corso, dove sono allocati tavoli e sedie a sostegno della ” movida ” da ieri 28 luglio , oltre ai normali  cassonetti metallici riservati ai residenti, c’è di tutto. I mastelli dei ristoranti che dovrebbero essere posizionati altrove, addirittura un materasso messo lì da mani misteriose.
Che misteriose non dovrebbero essere, se la telecamera posizionata dal Comune nello spigolo della parete dell’edificio di fronte a poco più di quindici metri di distanza, funzionasse. Sarebbe interessante saperlo, magari con una risposta ufficiale a Castedduonline per far sapere agli ” incivili ” che l’occhio magico
ha visto tutto e che i provvedimenti seguiranno. Lo stesso ragionamento vale per le tante auto, camioncini e moto che tutti i giorni, a tutte le ore, sostano sulle strisce pedonali che sono a fianco dei cassonetti. Sarà la volta buona ?