Teatro Massimo: Trattato di economia

Giovedi 22 ottobre al Teatro Massimo in scena lo spettacolo Trattato di economia-  corecabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza di Roberto Castello e Andrea Cosentino

Nato dall’incontro fra due artisti diversi per generazione, ambito, formazione, e percorso artistico che un giorno, per caso, hanno scoperto di covare lo stesso desiderio: quello di realizzare uno spettacolo sulla scienza che vuole liberare l’umanità dalla schiavitù del bisogno.Il risultato è un progetto performativo tra parola e gesto che si interroga sul denaro, sul suo valore, sulla sua invadente onnipresenza e sulla sua sostanziale mancanza di rapporto con la realtà.

 Porsi ai margini del contratto per renderne palesi i paradossi inventando situazioni limite e domande inappropriate è il modo per riprendere possesso, almeno simbolicamente, di ciò che non si capisce e non si controlla annientandolo con una risata liberatoria.
 Uno spettacolo per cercare di liberare l’umanità dalla schiavitù del bisogno.

Lo spettacolo è inserito nella Stagione 2015/16 di Sardegna Teatro e andrà in scena con un unico appuntamento giovedì 22 ottobre alle ore 21 presso il Teatro Massimo

TRATTATO DI ECONOMIA

progetto, drammaturgia, regia: Roberto Castello e Andrea Cosentino

con Roberto Castello, Andrea Cosebtino

produzione Aldes con il sostegno di MIBACT e REGIONE TOSCANA

 

Sardegna Teatro in collaborazione con Sardex – Anteprima Festival Mitzas

 

ROBERTO CASTELLO – Coreografo, danzatore, docente di arti perfomative, protagonista della scena di danza contemporanea da trenta anni, più volte Premio Ubu con le sue opere, è direttore di ALDES e di SPAM! Rete per le arti performative.

ANDREA COSENTINO – Attore, autore, comico e studioso di teatro. E’ fondatore del PROGETTO MARA’SAMORT, che opera per un’ipotesi di teatro del-con-sul margine, e promuove il format paratelevisivo autarchico Telemomò.