Tasse a Capoterra, il sindaco: “Aumento minimo, colpa dello Stato”

Il sindaco Dessì spiega come si è arrivati al ritocco dell’Imu: “Lo Stato ha ridotto tantissimo i fondi per Capoterra, avevamo l’Imu più bassa della provincia”. Ecco di quanto aumenterà l’imposta per seconde case e negozi

Il sindaco Francesco Dessì spiega perchè si è arrivati all’aumento delle tasse a Capoterra. Si difende e promette che il Comune farà tutto il possibile per non gravare sulle tasche dei cittadini. “L’aumento dell’Imu per una seconda casa media sarà di 30-40 euro all anno- spiega il sindaco Dessì- per i locali commerciali di circa cento metri sui 70 -90 euro all anno. Il problema è semplice. Lo Stato ha tagliato i trasferimenti a Capoterra da quattro milioni e novecento mila euro dal 2011 a 840 mila euro del 2015. Abbiamo l’Imu della seconda casa più bassa della provincia di Cagliari, la stiamo adeguando momentaneamente poi vedremo se è possibile riabbassarla.Abbiamo tagliato tutto il possibile ma non vogliamo tagliare i servizi alle scuole, allo sport e soprattutto ai servizi sociali”. Questa dunque la posizione del sindaco,domani ci sarà un altro vertice di maggioranza, lunedì l’ultima parola al consiglio comunale. 


In questo articolo: