Tassa sui rifiuti a Sanluri: “Dimezzati gli evasori, restano 200 morosi”

“Solo” 200 gli intestatari in città del tributo non versato, il sindaco Alberto Urpi: “Chiunque si trovasse in difficoltà può recarsi in Comune”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Sanluri – A Sanluri si paga la Tari: grazie alle agevolazioni messe in campo dal Comune, risorse provenienti anche dalle casse del bilancio, gli evasori sono stati dimezzati. “Solo” 200 gli intestatari in città del tributo non versato, il sindaco Alberto Urpi: “Chiunque si trovasse in difficoltà può recarsi in Comune”. Tanti gli aiuti che, in questi anni, sono stati studiati e recuperati a favore dei cittadini, al fine, anche, di agevolare le utenze a non essere morose con l’ente pubblico: dal covid, e post covid, soprattutto, gli sconti non sono mancati sia per i cittadini che per i commercianti che sono stati anche premiati come ottimi “ricicloni”. Non solo: il bonus Tari, da 18 euro a 150, ha agevolato quasi 200 nuclei aventi diritto. Rimangono pochi, dunque, i saldi ancora da incassare che saranno presto “presi in carico” dal Comune per capire poiché, nonostante gli aiuti, la somma dovuta non sia stata versata. Il sindaco Urpi, ancora una volta, rivolge un invito ai suoi cittadini: “Le porte del Comune sono sempre aperte”.


In questo articolo: