Tamponi gratis, 127 passeggeri ne approfittano a Elmas: scovato un positivo, dovrà stare in isolamento

Non tutti i 236 passeggeri sbarcati da Roma e Milano hanno accettato di sottoporsi al controllo della Regione. Centoventisette hanno accettato di fare il test antigenico rapido, un giovane è risultato positivo al Covid: richiamato, ora dovrà stare in isolamento

Centoventisette tamponi rapidi antigenici eseguiti all’aeroporto di Elmas, il 54 per cento dei passeggeri sbarcati da Roma e Milano hanno deciso di farsi controllare dagli infermieri e dai medici dell’Ats che, insieme alla Regione, hanno organizzato i primissimi controlli in seguito all’entrata in vigore dell’ordinanza “anti virus” di Christian Solinas.

Chi non si è fatto controllare o aveva già un test di negatività o il foglio che attestasse la vaccinazione tra le mani (molto pochi) oppure ha detto che si farà controllare, a proprie spese, entro le prossime quarantotto ore, e così ha potuto uscire dall’aeroporto. Ed è stato scovato un positivo: ricontattato subito, è stato sottoposto al tampone molecolare e, sin quando non arriverà l’esito, dovrà stare in isolamento.


In questo articolo: