Tamponi e quarantene anche per i vacanzieri, “mazzata per Natale: sarà un dramma per il turismo a Cagliari”

Niente vaccino? 5 giorni di isolamento. Vaccinato? Tampone extra da pagare all’arrivo. Le nuove regole del Governo per chi arriva dall’estero fanno infuriare i gestori di b&b e case vacanze. Roberta Sanna: “Così si bruciano gran parte delle ferie, bastava il green pass normale come garanzia”. Patrick Lai: “Ennesima atroce delusione, ho già ricevuto una disdetta: chi viene in ferie non vuole restare blindato e rinchiuso dentro una camera”

nataleIl Governo ha annunciato le nuove regole per l’ingresso in Italia dai Paesi europei. Mentre per i non vaccinati l’ordinanza firmata dal ministro Speranza prevede l’obbligo di quarantena di 5 giorni, ci sono novità anche riguardo ai vaccinati. Per loro, all’arrivo sul territorio nazionale, sarà necessario un tampone. A metà dicembre arrivano le nuove regole e, per i gestori di b&b e case vacanze di Cagliari, hanno il sapore di un’autentica mazzata. Se sino ad oggi il green pass era sufficiente, e non aveva importanza se provenisse dal vaccino o da un tampone, ora cambia tutto: chi sognava le ferie ma non è vaccinato rinuncerà e annullerà il viaggio. E tanti soldi che potevano entrare nelle casse di chi vive di turismo, nel capoluogo sardo, come per incanto scompariranno. Roberta Sanna, 35 anni, gestisce un affittacamere nel rione di Castello: “Una scelta che peserà tanto sul turismo, chi non è vaccinato non farà mai tutti quei giorni di quarantena, si brucerebbe le vacanze. Avevo già un buon numero di prenotazioni, soprattutto da italiani ma anche da tedeschi. Arriveranno le disdette, è sicuro. Il Governo avrebbe potuto gestire il tutto in modo diverso e semplice, ho già avuto abbastanza problematiche per via del Covid. Così siamo penalizzati, bastava mantenere la regola del green pass base sia per i vaccinati sia per chi non lo è, in modo da farli soggiornare senza problemi”.
Patrick Lai, 40 anni, gestisce un b&b nella zona del Poetto: “Un’atroce delusione, l’ennesima. Ne parlavo giusto qualche giorno fa con alcuni miei colleghi, avevo già previsto che ci sarebbero state nuove limitazioni”, osserva. “Ho già ricevuto una disdetta da parte di una coppia di italiani che vive all’estero, mi hanno spiegato che il problema è proprio legato al fatto che non sono vaccinati e che non intendono più venire in vacanza a Cagliari perchè dovrebbero fare cinque giorni di quarantena. Questa è la ciliegina sulla torta, chi vuole farsi le ferie non vuole restare rinchiuso in una camera. Sono il titolare di un bed and breakfast e ho sempre seguito le regole e tutti i decreti per garantire, anche, la massima sicurezza ai miei ospiti. Ma i tamponi e le quarantene per gli stranieri è una decisione che mi taglia le gambe, ormai prevale l’idea generale di rinchiudere, sempre di più, chi non è vaccinato”.


In questo articolo: