Svolta sulla Tari a Quartu, si potrà pagare in 12 rate: “Gli importi saranno più leggeri”

Pagamenti spalmati da gennaio a dicembre per la tassa sulla spazzatura, ok definitivo del Comune. L’obbiettivo è quello di incassare sino all’ultimo centesimo previsto, senza più casi di morosità


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Passa in Consiglio a Quartu la modifica del regolamento Tari: si potrà accedere a rate mensili spalmate in tutto l’anno, con la possibilità di saldare i conguagli all’anno successivo. Un’ulteriore misura volta ad agevolare i cittadini ed azzerare le morosità nei pagamenti. Grazie alla modifica dell’articolo 33 sarà consentito agli uffici in attesa di definire le nuove tariffe per l’anno corrente di procedere alle emissioni degli avvisi di pagamento in acconto applicando le tariffe dell’anno precedente e il conguaglio all’anno successivo. Si aumentano anche le possibili rateizzazioni in relazione alla disponibilità dei mesi. Per l’anno corrente le rate saranno 10, a partire dalla deliberazione della modifica, mentre a partire dal 2025 si potrà pagare in dodicesimi, a partire dal mese di gennaio e per tutti i mesi successivi. L’amministrazione comunale è impegnata, sin dal suo insediamento, in azioni che mirano all’incremento dei livelli di riscossione dei tributi locali con lo scopo di elevare la fedeltà tributaria del contribuente affinché progressivamente si pervenga ad una equità nel prelievo riducendo più possibile la pressione tributaria a carico del singolo contribuente. Sinora sono state poste in essere azioni che da una parte hanno voluto premiare il contribuente virtuoso, che ha assolto ai suoi doveri contributivi nei termini, e dall’altra sono state messe in campo azioni che tendevano alla definizione agevolata dei debiti pregressi dei contribuenti. Con questa ulteriore misura l’amministrazione intende ancora una volta venire incontro ai cittadini-contribuenti, che in questo modo potranno avviare prima possibile il pagamento sin dai primi mesi dell’anno di riferimento con la conseguente riduzione dell’ammontare della rata piuttosto che concentrare i pagamenti nell’ultimo semestre dell’anno come sinora avvenuto.

 

 

“La modifica avrà effetto immediato a partire dall’approvazione della delibera in Consiglio, con la conseguenza che per l’anno in corso la rateizzazione potrà partire dal mese di marzo”, osserva il sindaco Graziano Milia. “A partire dal 2025 invece sarà possibile avviare i pagamenti sin da gennaio, sfruttando tutte e dodici le mensilità e quindi potendo diluire gli importi in rate più leggere”.


In questo articolo: