Svolta-sicurezza a Monserrato, 61 nuove telecamere contro furti e rapine

Il “grande fratello” in tutta la città, occhi elettronici sempre accesi nei parchi, davanti alle scuole e nelle principali vie: maxi intervento da 222mila euro. Ecco tutte le strade interessate

Il Comune di Monserrato e la prefettura firmano il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”, uno degli ultimi atti della Giunta Locci. Il 15 giugno scorso l’ormai ex sindaco Tomaso Locci e la prefetta vicaria, la dottoressa Dessì, hanno sottoscritto il patto, che ha l’obbiettivo di rafforzare azioni di prevenzione e di contrasto a forme di illegalità presenti nel territorio di Monserrato, con individuazione delle aree interessate da rilevanti flussi di traffico veicolare e pedonale (in prossimità di scuole, stazione Metro, impianti sportivi e polo universitario e ospedaliero), e ritenute di interesse primario sotto il profilo della sicurezza urbana (aree in prossimità di edifici comunali e istituti di credito).

“A tal fine il patto consentirà di attuare forme di collaborazione tra le Forze di Polizia e la Polizia locale – dichiara Locci – che potranno avvalersi, per il controllo del territorio, di un sistema di videosorveglianza realizzato nel 2017 dalla mia amministrazione e che, grazie alla sottoscrizione del patto, potrà essere potenziato con ulteriori 61 telecamere da aggiungersi alle 28 attualmente installate e funzionanti.”

Il progetto, che ha un costo di oltre 222mila euro – centosessantotto dei quali a carico del ministero dell’Interno e oltre 53mila a carico del bilancio comunale (per la manutenzione nei cinque anni successivi all’installazione) -vedrà la luce nel primo semestre del 2019.

Ecco tutte le vie interessate:
1)Polo universitario e ospedaliero SP 8;
2)Via Del Redentore -giardini pubblici, incrocio con la Via XXXI Marzo e P.zza M.Vergine
3)Impianti sportivi comparto 8 Via Riu Mortu e Riu Saliu Piazza Capo Comino;
4)Via Capo D’Orso- aree in prossimità istituto scolastico dell’infanzia e primaria
5)Via Argentina- area in prossimità istituto scolastico secondario primario
6)Via San Gavino/San Lorenzo- area in prossimità scuola primaria e plesso comunale
7)Via Decio Mure- area in prossimità istituto scuola secondaria Gramsci
8)Via Riu Mortu/Terralba
9)Via Giulio Cesare/San Gottardo
10)Via San Gottardo altezza stazione Metro
11)Via Brasile area verde “il parco magico”
12)Piazza I Maggio –area verde e area sgambamento cani
13)Piazza Gennargentu –area verde e in prossimità di istituto scolastico
14)Via Cesare Cabras –area in prossimità Stazione CC e Istituto Besta Martini
15)Via Tonara –area futura sede comando Polizia Locale e ludoteca comunale

Individuate quindi le aree critiche e le relative problematiche, il progetto consentirà di aumentare la capacità di vigilanza e la sicurezza del territorio e dei cittadini della nostra comunità. Tra gli effetti e i risultati attesi si prevede una diminuzione della percentuale di reati commessi in luoghi pubblici. L’integrazione del sistema di controllo garantirà infatti, non solo una maggiore tempestività di interventi delle forze dell’ordine in occasione di reati e il rafforzamento della cooperazione tra le forze dell’ordine, allo scopo di trovare soluzioni efficienti e tempestive ai problemi di pubblica sicurezza, ma anche un sicuro strumento per l’accertamento di reati spesso non puniti perché non supportati da prove oggettive.