Super controlli a Uta, ecco le nuove telecamere: scacco a delinquenti e incivili dei rifiuti

Maxi sistema di videosorveglianza nei punti più a rischio della città, occhi elettronici accesi nelle prossime settimane: “Filmati sempre disponibili per le Forze dell’ordine”

Volgono a termine i lavori del sistema di videosorveglianza a Uta. Grazie ad un finanziamento del ,inistero dell’Interno del 2018, il Comune di Uta sta realizzando un sistema di videosorveglianza con punti intervisibili tesi al controllo delle zone maggiormente sensibili. Grazie a questo impianto finalizzato a garantire sicurezza e legalità il nostro territorio sarà coperto da una rete di punti di monitoraggio,immagini che potranno essere visionate h24 da Polizia locale e Carabinieri. Il circuito di videosorveglianza verrà implementato grazie ad un ulteriore finanziamento di centomila euro stanziati dalla Regione Sardegna a seguito di bando,l’appalto sarà seguito dalla Città Metropolitana di Cagliari con un progetto che metterà in rete tutte le videocamere installate nell’intera area metropolitana per essere visionate in un unica sala controllo operativa situata nel capoluogo.

 

“Interventi che oltre a garantire più sicurezza e legalità nei centri urbani e nelle strade di collegamento, saranno di grande aiuto per la tutela ambientale soprattutto in un territorio molto vasto come quello di Uta in prima linea nella lotta contro l’abbandono dei rifiuti”, spiega l’assessore comunale al Patrimonio Andrea Onali


In questo articolo: