Stroncata da un cancro a 18 anni, se ne va una promessa del calcio sardo: addio a Alessia Sanna

La giovane, di Ittiri, aveva già militato come portiere in diverse squadre. Choc nel suo paese, il sindaco Sau: “Ha sempre lottato nonostante le tante difficoltà della vita. Il funerale sarà a Porto Torres, quando arriverà il suo feretro ci fermeremo tutti”

La Sardegna del calcio femminile piange una giovane promessa andata via davvero troppo presto. Alessia Sanna aveva solo diciotto anni ed era già un valido portiere in forze alla Sassari Torres, dopo aver giocato anche nella squadra di calcio femminile dell’Ittiri. Un tumore se l’è portata via in poco più di due anni. La giovane lascia le zie. Su Facebook ci sono video, pubblicati dalla società sportiva turritana, dedicati ad Alessia. In uno, in particolare, la giovane si racconta e si fa filmare mentre compie delle parate. Choc a Ittiri, distrutto dal dolore il sindaco Antonio Sau.
Il primo cittadino ha affidato a Facebook, direttamente nella pagina ufficiale del Comune, un lungo e toccante pensiero e ricordo di Alessia Sanna: “Ci ha lasciato oggi la nostra giovanissima concittadina Alessia. La sua morte lascia tutta la comunità di Ittiri incredula e profondamente scossa. La vita di Alessia è stata piena di sfide, di salite irte che ha dovuto affrontare ad un’età alla quale in genere appartiene la spensieratezza. Colpisce la forza di questa ragazza così giovane nel trovare il coraggio di affrontare tutte le avversità, anche nel momento più duro della malattia. La vita di Alessia è però soprattutto una storia di amore, quello vero, genuino, profondo che l’ha legata alla sua mamma e a tutte le persone che le hanno voluto bene e che l’hanno accompagnata nel suo percorso di vita. Ci lascia una preziosa eredità e un grande insegnamento che ci spinge a riflettere su tutte le volte che non abbiamo la lucidità di dare il giusto valore al bene che la vita ci riserva, su quante volte diamo per scontati i doni che riceviamo, sulle volte in cui ci abbattiamo o ci facciamo sopraffare dalle difficoltà che inevitabilmente la vita ci presenta. La vita di Alessia, seppur tragicamente breve, ci aiuta ad essere migliori e più equilibrati. Tutto il consiglio comunale, interpretando la volontà dell’intera comunità, si stringe attorno ai familiari di Alessia e l’accompagnerà domani nel suo ultimo viaggio. In qualità di sindaco, chiedo alla comunità di stringersi simbolicamente attorno alla famiglia con il semplice gesto dell’abbassamento delle serrande e la sospensione delle attività, all’arrivo del feretro della nostra cara Alessia”. Arrivo previsto domani, nel tardo pomeriggio, dopo il funerale a Porto Torres.


In questo articolo: