Strade sporche, zero lavaggi e topi in casa a Cagliari: scoppia il caso sui social

Sono tantissime le denunce sulla sporcizia del capoluogo: le strade, soprattutto quelle che ospitano ristoranti e negozi, non vengono ripulite, favorendo così il dilagare dei topi. Testimonianze choc sui social: “A Villanova si arrampicano fin dentro casa, viviamo barricati”

Sui social è un susseguirsi di denunce e appelli, nel tentativo di smuovere le acque e convincere il sindaco Paolo Truzzu, chiamato in causa nei post dei cagliaritani, a intervenire con assoluta urgenza. Cagliari è una città sporca. I lavaggi di notte, se vengono fatti, non bastano a garantire un livello accettabile di pulizia: i cittadini lamentano pavimentazione costantemente sporca, oleosa (e dunque scivolosa e pure pericolosa) e male odorante soprattutto nelle strade che ospitano ristoranti e attività commerciali. Sempre presente e drammatico il problema dei sacchetti di rifiuti, abbandonati in mezzo alla strada, ormai non più solo in periferia e nelle strade di collegamento con i centri dell’hinterland, ma anche in centro, come denunciano quotidianamente gli abitanti di Castello e della Marina in particolare. Un habitat ideale per i topi, che infatti dilagano a Villanova: secondo il racconto di alcuni residenti nel centralissimo quartiere, i roditori (di fogna e non certo di campagna) si arrampicano fino ai piani alti e, dopo aver rosicchiato le zanzariere, entrano indisturbati nelle case saltellando da una stanza all’altra. Un incubo, vero, che costringe a chiudersi in casa e sbarrare le finestre per provare a limitare i rischi.


In questo articolo: