Strade invase dall’acqua e ponti distrutti a Sinnai: “Danni gravi, stato di calamità naturale”

La bomba d’acqua distrugge ponti e allaga molte case, il Comune: “Tanti abitanti isolati nelle campagne, detriti sulla 125 e la Provinciale 17: i cittadini ci segnalino tutti i danni”

Il maltempo ha messo in ginocchio molte zone di Sinnai, il Comune dichiara lo stato di calamità naturale. La decisione arriva direttamente dal sindaco Tarcisio Anedda, in seguito ai danni causati dalla bomba d’acqua che ha colpito anche il paese a pochi chilometri da Cagliari. Anedda ha convocato “il centro operativo insieme ai tecnici del comune, associazioni di protezione civile, vigili del fuoco e polizia locale; impegnati da subito per verificare i danni e per  raggiungere diverse famiglie isolate”. Gli interventi per la messa in sicurezza sono stati eseguiti “ma rimane lo stato di emergenza. È partito il piano precauzionale a situazioni di rischio sui corsi d’acqua ormai saturi. A Tasonis la forza e la portata dell’acqua ha distrutto due ponti e allagato le strade, molte abitazioni risultano isolate”.

Problemi anche nelle campagne di Santu Bartzolu e Taulaxia, dove le strade risultano impraticabili e le famiglie e le aziende risultano isolate. Nella zona Santa Barbara di Solanas, il rio ha esondato creando difficoltà per i collegamenti. Sulla strada statale 125 e la provinciale 17 persistono disagi poiché la sede stradale è invasa da detriti provenienti dalle vie laterali sterrate, si è chiesto l’intervento dell’Anas e della città metropolitana. “Invito i cittadini a segnalare al Comune situazioni di disagio ed eventuali danni subiti, seguiranno nuove comunicazioni per informare sui termini di inchiesta  e modalità”.


In questo articolo: