Stop al green pass, da maggio contro il Covid restano (forse) solo le mascherine al chiuso

Come anticipato da Casteddu Online, il governo di appresta a varare nel consiglio dei ministri di oggi una serie di misure per allentare progressivamente le restrizioni anti-pandemia. Intanto il 31 marzo, dopo due anni, finisce lo stato di emergenza. Non ci sarà più il comitato tecnico scientifico e sarà smantellata la struttura commissariale presieduta da Figliuolo. Da aprile il certificato non sarà più richiesto sui mezzi pubblici, dove però resterà l’obbligo di mascherine così come in tutti i luoghi al chiuso. Dal primo maggio il green pass va in cantina, salvo sorprese: ma si affaccia l’ipotesi quarta dose per tutti entro l’anno

Il governo ha deciso e, nonostante il Covid imperversi nuovamente e sia in arrivo una nuova variante, la Deltacron, non intende cambiare idea: il 31 marzo finisce lo stato di emergenza iniziato due anni fa, la struttura commissariale guidata dal commissario Figliuolo sarà smantellata e il Comitato tecnico scientifico non esisterà più. Non solo: come anticipato da Casteddu Online, il governo eliminerà l’obbligo del green pass a partire dal 1 maggio, e dunque le mascherine al chiuso dovrebbero restare l’unico obbligo per contrastare il Covid. Da quanto si apprende, sui mezzi pubblici il certificato non sarà più necessario già da aprile, quando decadrà l’obbligo del super pass anche per gli over 50 per andare al lavoro (basterà il certificato base).

La capienza degli stadi tornerà al 100% dal primo aprile e per accedervi sarà richiesto il green pass base. Mentre l’obbligo vaccinale resta in vigore fino a fine anno per il personale sanitario e Rsa.

Al posto della struttura commissariale sarà creata una unità operativa ad hoc al ministero della Salute per accompagnare il periodo transitorio e completare la campagna vaccinale. Intanto, si affaccia l’ipotesi quarta dose di vaccino per tutti, non solo per i fragili: secondo le prime indiscrezioni, potrebbe essere somministrata entro la fine dell’anno.

 


In questo articolo: