Stop ai vaccini a San Sperate, mancano le dosi

San Sperate – Stop ai vaccini: mancano le dosi. Per la prima somministrazione, i cittadini saranno obbligati a recarsi presso l’hub vaccinale di Cagliari.

La comunicazione è giunta ieri sera dal sindaco Enrico Collu che spiega: “Siamo costretti a sospendere la somministrazione delle prime dosi nel nostro punto mobile per indisponibilità di vaccini
Tutti noi, ATS, Rete ad Adiuvandum, medici di base, infermieri, collaboratori Comunali, volontari ce la stiamo mettendo veramente tutta. Dietro l’organizzazione di questi punti mobili c’è tanto lavoro e impegno da parte di tutti gli Enti Locali. Abbiamo dimostrato efficienza, serietà e abbiamo somministrato oltre 1000 vaccini (circa il 12% della popolazione residente), non è poco. Abbiamo dato il nostro importante contributo a mettere in sicurezza il nostro paese.
Vedere sfumare un appuntamento dopo averlo faticosamente programmato non è bello, ci dispiace ma non esiste nessuna soluzione possibile. Se i vaccini non ci sono, non ci sono e tutto sfuma”.
Nessuna polemica specifica Collu, “la scarsa disponibilità dei vaccini è nota da tempo ed era uno dei problemi a cui si era consapevoli si poteva andare incontro”.
La seconda dose sarà comunque garantita come qualche altra eccezione: “Purtroppo ormai con le date siamo andati troppo in la, a questo punto per noi è materialmente impossibile programmare un’altra data di recupero per cui chi si è prenotato nel nostro punto dovrà prenotarsi tramite il sito delle poste in maniera classica.
Eccezionalmente se qualche over 70, che per qualsiasi motivo non ha potuto ricevere nessuna dose di vaccino, ci fa la richiesta, ci attiveremo, magari tramite l’ausilio dei nostri medici di base, per soddisfare la sua esigenza. Questa rimane l’unica eccezione possibile. 
Ovviamente il punto mobile non va in vacanza, a partire dal 21 luglio inizieremo con la somministrazione delle seconde dosi fino al completamento, ai primi di agosto, di tutto il ciclo.
A settembre valuteremo se ci saranno le condizioni per riprendere di questo però, considerate le enormi difficoltà oggettive che stiamo affrontando, non posso darvi al momento nessuna garanzia.
Se sarà possibile, e ci saranno date garanzie, noi ci saremo senz’altro”.


In questo articolo: