SS. Trinità, caos in Psichiatria: sesso tra i pazienti del reparto

Reparto sovraffollato e pochi operatori sanitari, lettera-denuncia degli infermieri: “A rischio la nostra sicurezza e quella dei pazienti”. Rapporto sessuale completo tra due pazienti in cura, esplode la polemica

Sesso tra i pazienti di Psichiatria 2, nell’ospedale Santissima Trinità di Cagliari. L’episodio, che risale allo scorso 24 settembre, è stato scoperto da un’altra degente nel cuore della notte e segnalato al personale medico. Nel registro delle consegne si parla di “rapporto completo” tra due pazienti in cura. Un episodio del tutto inconsueto che ha destato scalpore dentro e fuori dall’ospedale, ma a preoccupare gli operatori sanitari è la situazione generale del reparto, dove alcuni mesi fa si era temuto il peggio a causa di un incendio appiccato da un ospite. Troppi i posti letto e pochi gli infermieri a disposizione.

IL CASO. Nella lettera-denuncia firmata da circa venti infermieri, e inviata al direttore generale Asl 8, al primario e ai sindacati, si parla, infatti, di “superamento dei posti letto e attività non consone con le linee guida aziendali”. La richiesta principale è che vengano ripristinati i parametri standard di sicurezza del reparto. “Il Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura 2, ha 12 posti letto – si legge nel documento – ma in realtà sono 18 quelli presenti che spesso vengono occupati e superati ponendo a grave rischio il personale e i pazienti. Oltretutto la maggior parte dei letti non sono funzionanti e pericolosi”. Tra le contestazioni anche la presenza quotidiana di ospiti del reparto che non vengono ricoverati ma tenuti in osservazione. “Non è previsto dalle direttive aziendali – denunciano gli infermieri – Ma spetta al Pronto soccorso, dotato di posti letto e personale dedicato per tale attività”.