Spacciatori stranieri arrestati a Cagliari: “Criminali da espellere e rimpatriare nei loro paesi”

La polizia arresta tre africani in via Roma, sorpresi a vendere droga. Il plauso del deputato sardo di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda: “Ringrazio la polizia, ora c’è bisogno che questi criminali siano espulsi e rimpatriati nei loro paesi di origine”

“Da anni denuncio la presenza di troppi spacciatori, soprattutto di origine straniera, nel quartiere Marina di Cagliari. Oggi l’ennesimo arresto di cittadini immigrati che spacciavano ai giovanissimi. Ringrazio la polizia per i sempre più continui e asssidui controlli e arresti ma ora c’è bisogno che questi criminali siano espulsi e rimpatriati nei loro Paesi di origine”. Così il deputato sardo di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda, intervenuto dopo la notizia dei tre arresti eseguiti dalla polizia in via Roma a Cagliari. Gli agenti hanno fermato infatti tre africani sorpresi a vendere droga. “Non si può continuare a vederli entrare in carcere per poi ritornare nelle stesse piazze. Non è giusto che debbano essere mantenuti a spese degli italiani. I criminali non hanno colore o nazionalità ma è innegabile che oramai è all’ordine del giorno gli arresti di cittadini stranieri” continua Deidda ” L’ho denunciato con tutti i governi,abbiamo fatto approvare in Commissione esteri ordini del giorno ed emendamenti per il rimpatrio di detenuti stranieri, ora ci aspettiamo di non vederli più in città”.