Sostegno al reddito per carico fiscale: ecco chi può farne richiesta

Sono aperti i termini per la concessione di contributi per sostegno al reddito, per contrastare il maggior carico fiscale derivante dall’applicazione di nuovi tributi locali per l’anno 2013

Sono aperti i termini per la concessione di contributi per sostegno al reddito, per contrastare il maggior carico fiscale derivante dall’applicazione di nuovi tributi locali per l’anno 2013.

Il differenziale sul quale verranno calcolati i contributi è quello che risulta tra quanto pagato di TARSU anno 2012 e quanto pagato di TARES anno 2013.

Possono presentare domanda i nuclei familiari residenti a Cagliari, che siano in possesso dei seguenti requisiti:

• Residenti in immobile oggetto di tassazione del nuovo tributo, TARES, con superficie inferiore o uguale a 100 metri quadrati incrementabile di un massimo del 20% di metri quadrati per pertinenze, che siano anche:

a) Titolare di reddito complessivo del nucleo familiare certificato ISEE, per l’anno 2013, inferiore o uguale a 15.000,00 euro annui per nucleo familiare di almeno 4 componenti

b) Titolare di reddito complessivo del nucleo familiare certificato ISEE, per l’anno 2013, con reddito ISEE inferiore o uguale a 7.500,00 euro annui, per nucleo familiare con meno di 4 componenti.

Si precisa che:

• i dati relativi al numero dei componenti il nucleo familiare e l’estensione della superficie dell’immobile di residenza, oggetto della tassazione, sono gli stessi già in possesso dell’Ufficio Tributi

• il contributo verrà erogato successivamente al controllo sui pagamenti effettuati per gli anni di riferimento. In difetto l’Amministrazione procederà con compensazione di quanto dovuto

• Non verranno erogati contributi di importo inferiore ai cinque euro

Le istanze relative all’erogazione del contributo al fine di contrastare il maggior carico fiscale derivante dall’applicazione di nuovi tributi locali, devono essere presentate dai contribuenti aventi titolo ai CAF – Centri di Assistenza Fiscale, individuati dall’Amministrazione di cui all’elenco allegato.

I cittadini interessati potranno rivolgersi agli stessi CAF, sia per l’istruttoria delle pratiche, sia per qualsiasi altra informazione.


In questo articolo: