Sos povertà nel Cagliaritano: “Nuovi bisognosi alla stazione e in via San Paolo, aiutateci ad aiutarli”

È cresciuto il numero di senzatetto aiutati dall’associazione Amici della strada, il racconto del presidente Roberto Carrus: “Nuovi giovani, tra loro anche donne. Ci chiedono cibo e medicine, passano le notti nascosti anche tra le auto parcheggiate. Se potete dateci pasta, passata di pomodoro o ciò che potete per poterli continuare a sfamare”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Colpa anche del Covid, probabilmente. Il totale dei poveri aiutati dalle associazioni, a Cagliari e provincia, è cresciuto nell’ultimo periodo. Un rialzo non elevatissimo, ma c’è. Tra i tanti esempi c’è quello portato da Roberto Carrus, presidente dell’associazione Amici della strada Sardegna, una pattuglia di volontari che ogni notte, grazie anche al prezioso aiuto della Caritas (realtà con la quale sono affiliati), si mettono in marcia e macinano chilometri per aiutare i tanti “ultimi” che vivono ai margini della società: “Sono aumentati, oggi ne seguiamo trentasei, qualche nuovo potrebbe comparire a breve. Da viale Marconi a via San Paolo, da via Regina Elena al porto di Cagliari per distribuire solidarietà a chi soffre. Portiamo a tutti un primo, dolce, frutta e acqua. Siamo riusciti anche ad esaudire altre richieste, tra magliette a maniche corte, visto il caldo, e coperte usate come materasso, oltre a prodotti per l’igiene personale”. Ma le scorte non sono illimitate.
“Se potete aiutarci anche dandoci pasta, passata di pomodoro o quello che potete, ci dareste una grossa mano. I bisognosi ci chiedono spesso anche medicine, soprattutto pastiglie contro il mal di testa e il mal di denti. Noi non possiamo darglierle, ma se in turno tra i volontari c’è anche un medico allora gliele può fornire. Aiutateci ad aiutarli”. Chiunque possa aiutare l’associazione può contattare il numero +393707209069″.


In questo articolo: