Sorpresa a Senorbì, un anonimo benefattore regala soldi per i poveri

Una lettera molto toccante e, poi, banconote, tutto imbucato nella cassetta del Comune. La gioia del sindaco Pireddu: “Dalla grafia si capisce che è un adulto, gesti così ci rendono tutti orgogliosi”. Ecco quanto è stato donato

Una donazione inaspettata, in allegato a una lettera anonima lunga sei righe: “Utilizzo questa cassetta della dignità, lodevole iniziativa, per contribuire nel mio piccolo, in tutta riservatezza. Ogni goccia può essere utile. Grazie”. Oltre al biglietto, anche cento euro, in due banconote da cinquanta: lettera e denaro sono stati lasciati dentro la cassetta del Comune di Senorbì. Nessuna traccia, ovviamente, dell’anonimo benefattore. Il sindaco Alessandro Pireddu, appena saputo della donazione, commenta entusiasta: “Siamo un’amministrazione giovane, in carica da nemmeno due anni, e stiamo facendo tanto per invertire la tendenza del paese e poter migliorare sempre di più tutto. Dalla grafia del messaggio penso che il donatore sia una persona di una certa età. Ecco, sapere che la fiducia arriva da un adulto ci rende ancora più orgogliosi”.