Soppressione posti letto dei malati di sclerosi multipla, Arru replica su Facebook

Da Facebook la replica dell’Assessore regionale alla Sanità Luigi Arru in merito al comunicato del Consigliere Regionale di Forza Italia Edoardo Tocco, sulla soppressione da lunedì dei posti letto destinati ai pazienti nel Centro Sclerosi Multipla del presidio ospedaliero Binaghi di Cagliari

Da Facebook la replica dell’Assessore regionale alla Sanità Luigi Arru in merito al comunicato del Consigliere Regionale di Forza Italia Edoardo Tocco, sulla soppressione da lunedì dei posti letto destinati ai pazienti nel Centro Sclerosi Multipla del presidio ospedaliero Binaghi di Cagliari. “La notizia della chiusura dei posti letto del Centro Sclerosi Multipla Ospedale Binaghi é destituita da ogni fondamento. Oramai é una abitudine consolidata quella di sollevare polemiche, spaventare i pazienti. Il Centro Regionale Sclerosi Multipla, rimane al Binaghi, avrà i posti letto in day-hospital come ho dichiarato in Consiglio regionale. L’ospedale oltre alla Assistenza e Ricerca Sclerosi Multipla potrebbe diventare un centro per la diagnosi e cura di altre malattie cosiddette autoimmuni. Stiamo seguendo le indicazioni pubblicate dalla Società di Neurologia (vedi sotto), che ha indicato le caratteristiche dei centri per Sclerosi Multipla di I e II livello. E già attivo un protocollo d’intesa con l’Azienda Ospedaliera Universitaria Monserrato per ricoveri ordinari ed urgenze, e approveremo come giunta, la delibera per il percorso di diagnosi e cura regionale (PDTA) preparato in collaborazione con AISM in cui si proporrà una rete di servizi, alla luce del lavoro che é stato fatto per documentare la residenza dei pazienti. La polemica politica non può scadere con la diffusione di notizie non vere, che alla fine danneggiano i pazienti e screditano le istituzioni.”


In questo articolo: