Soleminis in zona rossa, polemica sulla Messa affollata: “Io e il parroco accusati ingiustamente”

La città in lockdown per due settimane, la sindaca Rita Pireddu a Radio CASTEDDU: “Dispiaciuta per gli attacchi, in città ci sono 18 positivi”

Da oggi Soleminis è in zona rossa: firmata l’ordinanza dalla sindaca Rita Pireddu che a  Radio Casteddu spiega: “È un provvedimento doloroso che mette in difficoltà molte famiglie sia da un punto di vista economico che pratico: i bambini dovranno seguire la dad che crea disagi alle famiglie e mi metto nei panni di tutti coloro che hanno un’attività economica. Mi dispiace, ma d’altro canto l’adozione di provvedimenti così restrittivi non dipende dal sindaco ma è dettata da precise elaborazioni che fa l’Ats, che  prende in esame non solo il numero dei positivi ma tutta una serie di parametri che sfuggono ai non addetti al lavoro. Ad oggi siamo a 18 positivi, è un dato in continua evoluzione. Mi auguro che a breve diminuiscano ulteriormente ma tutto dipenderà da quanto saremo bravi a rispettare in maniera ossessiva le regole di distanziamento, l’uso della mascherina, assembramenti, insomma tutto quello che ormai conosciamo”.
I giorni scorsi la sindaca e il parroco sono stati interessati da alcune polemiche riguardanti la messa all’aperto in occasione della benedizione delle palme: “In un’ottica di migliorare le condizioni di distanziamento, anziché celebrarla al chiuso è stata fatta all’aperto come tanti altri sacerdoti fanno. All’aperto abbassa notevolmente, in maniera incredibile, la possibilità di contagio rispetto al chiuso e ogni volta che sono andata a messa la distanza era sempre rigorosamente mantenuta: io non ero presente alla messa per la benedizione delle Palme, Don Cristian ha chiesto la disponibilità degli spazi che gli sono stati concessi. Io ho accolto di buon grado la sua iniziativa perché la ritengo più protettiva nei confronti della persona, l’autorizzazione è stata concessa dalla polizia locale che poi l’ha trasmessa alla prefettura: quindi, un parere doppio e non era un assembramento autorizzato, è stata seguita una procedura e dispiace vedere degli attacchi così gratuiti, non fondati su conoscenze dirette e competenze”.
Risentite qui l’intervista a Rita Pireddu del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/448282923090776/
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: