Soldi in cassa dalla Regione, a Quartu nuovo ok a stipendi più alti per sindaco e assessori

Oltre 190mila euro, paghe mensili ritoccate al rialzo per tutti. Gli unici che prenderanno solo metà “bonus” sono il sindaco Milia e l’assessore Camboni perchè non sono in aspettativa dal lavoro. 4200 euro per il vicesindaco Sanna, 3300 per la presidentessa del Consiglio Rita Murgioni e per gli altri assessori. Potrebbe arrivare un mini taglio del 10% dalla Corte dei Conti


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La Giunta Milia conferma gli aumenti degli stipendi per il sindaco, il vicesindaco, la presidentessa del Consiglio comunale e tutti gli assessori. Con oltre 190mila euro in cassa, fondi della Regione, arriva la conferma alle buste paghe più pesanti per tutto il 2024. Con delle eccezioni, come l’anno scorso: Milia non intascherà 5624 euro al mese ma 2812 lordi, alla fine poco meno di 1600 netti. Marco Camboni, assessore comunale delle Politiche Sociali, lo segue a ruota: 1668 euro anzichè 3374. Il motivo? Sia il primo cittadino che l’assessore non sono in aspettativa dal lavoro, cioè hanno già uno stipendio sicuro da realtà diverse dal Comune. Tutti gli altri assessori continueranno invece a incassare, ogni mese, 3374 euro. La presidentessa del Consiglio comunale Rita Murgioni prenderà lo stesso tanto e il vicesindaco Tore Sanna, invece, 4218 euro al mese. Stando a quanto trapela, c’è un’assessora che sta ancora valutando se confermare la volontà di avere lo stipendio più alto oppure no, e si tratta della new entry ai Trasporti, Elisabetta Atzori, che ha preso il posto di Barbara Manca, volata in Regione nella neonata Giunta Todde.
Nella delibera si chiarisce, comunque, che bisognerà attendere il parere richiesto alla Corte dei Conti, che prevede nel caso un mini taglio ulteriore di tutte le indennità del dieci per cento.


In questo articolo: