Sinnai, storia a lieto fine per la piccola Grazia: sussidi in arrivo

Il sindaco Pusceddu: “Ritardi legati a problemi contabili e tecnici, i mandati sono in pagamento”

La scorsa settimana l’sos di Elisabetta, giovane madre di Sinnai con tre figli minori a carico, di cui una affetta dalla sindrome di down, la piccola Grazia. Da due mesi attendeva il versamento dei sussidi previsti dalla legge regionale 162 del 1998. Alcuni giorni fa il Comune ha disposto i mandati di pagamento. “Purtroppo ci sono stati dei ritardi legati a problemi di natura contabile e tecnica – precisa il sindaco di Sinnai, Barbara Pusceddu – Il Comune, nonostante la carenza di personale negli uffici e il periodo di ferie, ha monitorato la situazione e garantito il massimo impegno per sbloccare la pratica della signora Elisabetta e delle altre famiglie che vivono lo stesso disagio”.

La storia. La piccola Grazia, affetta da sindrome di down ha terminato la classe quinta, e la mamma, separata, fa salti mortali per garantire a lei e agli altri due figli minori una vita dignitosa e serena. Dopo tante ricerche la signora Elisabetta trova una ragazza competente e sensibile a cui affidare la minore in sua assenza, e la bimba rifiorisce. La piccola Grazia usufruisce dei fondi previsti nella legge regionale 162/1998 “Finanziamenti per piani personalizzati a favore delle persone con grave disabilità”, art. 34 “Fondo per la non autosufficienza”, essendo stata disabile al 100%. Ma la famiglia della piccola Grazia si ritrova a dover fare i conti con la burocrazia italiana, con la carenza di personale negli assessorati comunali competenti, e con le ferie. Il risultato è il mancato pagamento dei sussidi per due mesi, causando il ritardo con i versamenti contrattuali a favore della collaboratrice, con il rischio di doverne cercare un’altra e creare dei disagi alla piccola Grazia. Alcuni giorni fa la soluzione. “Abbiamo disposto i mandati e i sussidi sono in pagamento”, assicura il sindaco.   


In questo articolo: