Siliqua: si ferisce con una sega elettrica, ma lo salva la “pancetta”

Disavventura per un pensionato ferito all’addome: miracolosamente la pancia lo ha protetto da danni all’intestino

Mentre eseguiva dei lavori nella propria abitazione un pensionato di Siliqua A. P., 66enne, è rimasto gravemente ferito all’addome mentre stava utilizzando una sega elettrica. Pare che la tuta da lavoro si è impigliata nella parte rotante dell’attrezzo, che gli è poi scivolato di mano procurandogli un taglio profondo nell’addome. È stato trasportato d’urgenza, tramite un’ambulanza del 118, al pronto soccorso dell’ospedale Santa Barbara di Iglesias, dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico: i sanitari gli hanno praticato 10 punti di sutura. Il pensionato era solo al momento dell’incidente, tuttavia, dal suo racconto, pare che l’utensile elettrico gli sia scivolato di mano dopo essersi impigliato sulla tuta da lavoro. Lui è quindi stato accidentalmente colpito all’addome. L’infortunio è avvenuto alcuni giorni fa a Siliqua: il 66enne, pensionato, stava tagliando dei pezzi di legna, quando è successo l’incidente ha urlato ed è accorso subito il figlio che ha chiamato l’ambulanza del 118 che, giunta sul posto, ha provveduto a trasportarlo al pronto soccorso. Qui è stato sottoposto prontamente ad intervento chirurgico: aveva un taglio non lungo ma profondo. I medici dell’Ospedale gli hanno detto che ha rischiato la vita ed è stato “salvato” dalla sua “pancetta” che ha evitato eventuali lesioni alle parti intestinali. Come dire che: non tutti i mali vengono per nuocere. (ROBY COLLU)


In questo articolo: